Progetti

|2022| Profilazione ed analisi dei visitatori dei luoghi della cultura

Interventi di educazione alla salute ed alla cura sanitaria di giovani donne rom e sinti

Un programma di 30 mesi per supportare Elefsina 2023 – Capitale Europea della Cultura con attività di capacity building

Lavori di gruppo per coinvolgere nell’ambito della Conferenza sul Futuro dell’Europa i cittadini con difficoltà di accesso al dibattito politico.

Un focus su Roma, Barcellona e Berlino per il coinvolgimento delle comunità vulnerabili e la loro partecipazione sociale e culturale.

Il digitale per coinvolgere il pubblico dei più giovani, dei migranti e delle comunità con difficoltà di accesso ai patrimoni

Preservare e trasmettere, con l’arte e la cultura, le conoscenze e le pratiche tradizionali della maternità come parte del patrimonio

Percorsi per detenuti dell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo per rinforzare competenze e orientare nel percorso di reinserimento

Percorso rieducativo e di recupero emozionale e sociale per le detenute dell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo.

Una strategia di audience development per migliorare il coinvolgimento dei pubblici nelle attività della House of European History.

Fotografia, new media e comunicazione digitale nei percorsi formativi per giovani in situazioni di marginalità economica e sociale.

L’arte contemporanea come linguaggio condiviso per riflettere sul passato coloniale e sul suo impatto nella creazione delle identità europee.

I Mercati di Traiano rinnovano la relazione con le comunità, ampliano l’esperienza dei pubblici, esplorano nuove possibilità interpretative del patrimonio.

MEMEX usa la tecnologia digitale per coinvolgere comunità a rischio di esclusione dalla vita culturale e sociale europea.

Corso di formazione per operatori museali e delle biblioteche del Lazio sui temi dell’audience development, dell’europrogettazione e della valutazione d’impatto.

ECCOM affianca Rijeka per la valorizzazione del suo ruolo di Capitale Europea della Cultura 2020.

Corsi di formazione destinati agli operatori dei Musei Welcome della Regione Toscana.

Dagli strumenti digitali, una nuova spinta allo spettacolo dei burattini.

Un ciclo di incontri per la formazione professionale degli operatori dei musei della Regione Toscana.

I dispositivi partecipativi e visivi dell’arte contemporanea e della formazione per avvicinare i pubblici a temi scientifici e ambientali.

Un percorso di formazione e di sperimentazione che coinvolge operatori museali, mediatori culturali e comunità di migranti.

Laboratorio di progettazione interculturale e di sperimentazione delle potenzialità della cultura nel rapporto con le diversità.

Un progetto di cooperazione tra artisti, teatri, festival e organizzazioni culturali per sostenere la drammaturgia contemporanea in Europa.

Un’app che arricchisce l’esperienza di fruizione del Parco Archeologico di Paestum e coinvolge nuovi pubblici.

Percorso di ricerca artistica e ambientale sul tema dell’acqua e delle aree verdi di Roma.

Un progetto sull’integrazione socio-culturale e lavorativa dei migranti mediante laboratori di produzione artigianale.

Un progetto sistemico e integrato di promozione e valorizzazione dei patrimoni umano, culturale, naturalistico e ambientale.

Un corso di formazione sul tema dello storytelling rivolto agli operatori museali della Toscana.

Il cinema come occasione di coinvolgimento, partecipazione e miglioramento della qualità della vita dei romani.

Un progetto di valorizzazione turistica e culturale, con azioni partecipate dalle comunità locali per una gestione economica e sociale sostenibile.

Elaborazione dei contenuti funzionali alla realizzazione dei percorsi di allestimento del Museo del Carcer Tullianum di Roma.

L’edutainment come strumento per promuovere la partecipazione culturale dei ragazzi dai 12 ai 18 anni.

Rapporto annuale degli impatti sociali, economici e culturali prodotti dalle attività e dai servizi della cooperativa.

Con i linguaggi artistici, a Taranto Green Routes incentiva meccanismi di riappropriazione dell’ambiente da parte delle comunità locali.

Una piattaforma per il sostegno di idee e progetti legati allo sviluppo del territorio.

ECCOM collabora alla valorizzazione del patrimonio archeologico di Mont’e Prama.

Un corso di alta formazione sulla valorizzazione culturale, destinato agli operatori museali della Provincia di Latina.

Percorso di apprendimento di competenze scientifico/naturalistiche per i ragazzi detenuti dell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo di Roma.

Uno studio delle politiche di audience development che raccoglie le esperienze paradigmatiche in Europa.

Un progetto di cooperazione sui fenomeni artistici di live video performance, che coinvolge 13 festival in Europa.

Studio di fattibilità per la presentazione di proposte di affidamento in finanza di progetto di contratti di concessione di servizi.

Attività di ricerca e formazione sui princìpi della sharing economy applicati al sistema culturale.

Un progetto per la valorizzazione del patrimonio culturale della macroregione Adriatico-Ionico.

Studio di fattibilità sugli spazi del Centro EXMÀ e Il Ghetto di Cagliari per la concessione di contratti di servizi.

Il Teatro Massimo di Cagliari è oggetto di uno studio di fattibilità per la concessione di contratti di servizi.

La partecipazione culturale dei migranti passa attraverso il miglioramento della capacità delle istituzioni culturali locali di gestire la diversità.

La promozione della diversità culturale e del dialogo interculturale attraverso l’analisi delle politiche di genere nel settore culturale europeo.

Percorso formativo per mediatori/educatori museali su comunicazione, educazione al patrimonio e formazione che i musei rivolgono ai pubblici.

La condivisione di best practice per coinvolgere gruppi socialmente ed economicamente emarginati in programmi di apprendimento informale.

Musei scientifici e centri di ricerca impegnati nel coinvolgere cittadini giovani ed adulti potenzialmente marginalizzati in attività di apprendimento permanente.

ECCOM produce “Il posto della neve”, documentario di Alessandro Galassi sulla scomparsa della Baronessa De Rothschild.

Un progetto per favorire lo sviluppo sostenibile e il consolidamento dell’infrastrutturazione sociale della Marmilla, in Sardegna.

Corso sull’uso del digital storytelling come metodologia narrativa per la comunicazione museale.

Definizione di un bando per i luoghi della cultura statali, per l’adozione di strategie di partecipazione e partenariato territoriale.

Una ricerca sulle nuove modalità di sviluppo delle industrie creative e di valorizzazione del patrimonio culturale andaluso.

Uno studio per elaborare linee guida ministeriali per individuare modalità e strumenti per una più efficace comunicazione interna dei musei.

Un corso di formazione sulla manutenzione del verde dedicato a ex detenuti.

Uno spazio di scambio e confronto per gli educatori museali e gli operatori sociali.

Un’analisi delle esperienze europee da condividere per riconoscere ai musei il ruolo di risorsa educativa per la scuola secondaria superiore.

Consulenza e progettazione di una ricerca di marketing per analizzare il grado di attrattività turistica della Sicilia.

Visione strategica, mission e piano di gestione del Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica.

Osservatorio sulla scena creativa contemporanea nazionale, per la promozione di nuovi talenti della video e sound art.

Analisi dell’impatto che le attività del Teatro Argentina e del Teatro India di Roma hanno sull’economia e sul benessere della

Un piano per la valorizzazione del patrimonio culturale dell’area archeologica di Hampi.

Un corso su finalità, strumenti e metodologie di lavoro di un osservatorio culturale.

Un’analisi sul regime fiscale delle organizzazioni culturali e degli artisti nei Paesi dell’America Latina.

ECCOM affianca l’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione nelle attività di sviluppo e valorizzazione dei servizi.

Il patrimonio d’arte contemporanea nella istituzioni pubbliche e private in Sicilia.

Elaborazione di un business plan per l’impresa culturale Orfeo.

Dottorandi di università statunitensi ospiti in Italia per studiare il ruolo socio-culturale della donna nei due Paesi.

Uno studio per l’avvio degli Osservatori Regionali dello Spettacolo.

Un’indagine sull’efficacia delle politiche culturali della città di Torino.

Coordinamento scientifico e operativo delle attività dell’Osservatorio dello Spettacolo.

Un soggiorno di studio per dottorandi di università statunitensi.

Un corso per funzionari e dirigenti dei Ministeri per la Cultura dei Paesi dell’Europa Orientale.

Una rete di professionisti del settore della didattica museale per promuovere i musei come strumenti per l’educazione permanente dei giovani.

Un’analisi del contributo che il volontariato può offrire alla gestione del patrimonio culturale in una logica di cittadinanza attiva.

Una ricerca che identifica 17 figure professionali nel settore della conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Un’analisi dell’impatto che un’impresa culturale ha sul territorio e sulla comunità.

Una ricognizione del settore della formazione universitaria per il management culturale in Italia.

Piano di comunicazione e fundraising di Palazzo Belmonte Riso.

Due volumi per dirigenti e funzionari delle pubbliche amministrazioni locali.

Un’indagine sul sistema regionale dei finanziamenti allo spettacolo dal vivo.

Studio di fattibilità per lo Sportello europeo per le imprese del settore dello spettacolo dal vivo.

Una ricognizione delle città su cui avviare la sperimentazione di strategie di sviluppo urbano fondate su patrimonio culturale e creatività

Indagine, monitoraggio e verifica del settore degli eventi in Sardegna.

Uno studio di fattibilità per la progettazione dell’Osservatorio delle attività culturali della Provincia Autonoma di Trento.

Un’analisi della sostenibilità gestionale e finanziaria della Fondazione Musei Senesi.

Un progetto finalizzato a promuovere la formazione del personale che nei musei si occupa di educazione per gli adulti.

L’offerta culturale privata nel territorio della Provincia di Roma.

Uno studio dei processi di rigenerazione urbana attraverso produzione artistica e patrimonio culturale.

Le risorse turistico-culturali del centro storico di Quito sono oggetto di un piano di recupero e valorizzazione.

Un corso di formazione, tre seminari e una pubblicazione sul tema dell’apprendimento permanente per gli adulti.

Un piano di gestione per la candidatura del complesso monumentale dei Palazzi dei Rolli a Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

ECCOM svolge una consulenza per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Un’analisi sul pubblico del Festival della Fotografia e del Festival ENZIMI di Roma.

A Rebibbia un corso di formazione per operai/assistenti di scavo archeologico e manutentori di aree verdi.

Le fondazioni italiane e il loro patrimonio di opere d’arte contemporanea.

Un convegno e una pubblicazione sul legame tra società e produzione di arte contemporanea.

Il pubblico delle mostre delle Scuderie del Quirinale al centro di una ricerca che ne indaga il grado di apprezzamento.

|2003-2005| Nuove opportunità di apprendimento per il pubblico adulto dei musei, con particolare attenzione ai soggetti svantaggiati.

Un’analisi delle attività di didattica museale e dei patrimoni per la riduzione del disagio e dell’esclusione dei pubblici deboli.

Una ricerca sulle forme e modalità di produzione e consumo della musica classica.

Un’analisi delle risorse umane, dei percorsi formativi, dei processi produttivi e di scambio dei servizi mussali della Provincia di Roma.

Consulenza economica e organizzativa per lo sviluppo delle imprese culturali in Basilicata.

Uno studio dei meccanismi di finanziamento alla cultura.

Torna su