Riparte la formazione di COMÙ

Riparte COMÙ – Musei che creano spazi comuni, progetto formativo per il personale che lavora nei musei toscani. Il corso si articolerà in 4 moduli formativi incentrati sull’audience development, il marketing culturale, la progettazione e la valutazione. I corsi sono iniziati il 18 settembre da Siena, a seguire Pisa e Firenze.

I corsi A e B (livello base) è dedicato ai professionisti che non hanno partecipato lo scorso anno, il corso C è invece riservato ai partecipanti della prima edizione anno 2018, diverse giornate di approfondimento per lavorare in maniera pratica su temi che nel corso di base sono stati affrontati esaustivamente a livello teoricomcome la comunicazione esterna ed in particolare un approfondimento sulla gestione dei social media; progettazione complessa e creazione di reti, in relazione a finanziamenti erogati da diversi soggetti (Fondazioni, Enti locali, Ministeri e Unione Europea); Valutazione delle attività con possibile restituzione attraverso bilancio sociale, di responsabilità e di impatto.

CORSO A (Museo della Grafica, Pisa) e B (Museo d’arte per bambini – Bambinus, Siena)

1.Audience development (AD): inquadramento teorico e strategie – Docente: Cristina Da Milano
Il tema dell’AD inteso come un processo che, attraverso diverse strategie/strumenti e il coinvolgimento di tutta l’organizzazione, per concepire i pubblici come elemento centrale.L’elemento quantitativo fa parte dell’AD ma è affiancato da elementi qualitativi, rappresentati dalle strategie di rafforzamento dei legami con e diversificazione dei pubblici esistenti. Il modulo prevede un’attività laboratoriale di auto-valutazione in cui i partecipanti analizzeranno le strategie e le attività di AD della propria istituzione e si eserciteranno nella definizione di strategie e attività di AD.

2.Marketing culturale – Docente: Francesca Guida
Il modulo presenterà i concetti e le teorie di riferimento relative alle pratiche di marketing, conparticolare riferimento al marketing delle istituzioni museali; il ciclo di vita dei prodotticulturali e i prodotti multidimensionali. Saranno affrontate e discusse anche le nuove tendenzedisciplinari del marketing: esperienziale e i processi di gestione delle innovazioni.

3.Progettazione – Docente: Francesca Guida e Cristina Da Milano
Durante il modulo saranno presentate le tecniche di progettazione e gli strumenti del projectmanagement per definire azioni e progetti complessi; la programmazione europea e i programmidi finanziamento. Sono previste esercitazioni pratiche su opportunità concrete di finanziamento.

4.Valutazione – Docente: Elisabetta Falchetti
Metodi e strumenti di valutazione qualitativa e quantitativa della gestione e delle performancesmuseali: accountability, rendicontazione e bilancio sociale/valoriale. Particolare attenzione saràdedicata alla valutazione dell’impatto sociale, cognitivo e sull’apprendimento delle esperienzemuseali.

CORSO C, giornate di approfondimento (Regione Toscana – Direzione Cultura e Ricerca, Firenze)

1.Comunicazione esterna ed in particolare un approfondimento sulla gestione dei social media – Docente: Francesca Guida
Come impostare la strategia di social media marketing per il proprio museo, quali sono gli stili di comunicazione e le peculiarità dei diversi social network (approfondimento Instagram, Facebook, Youtube, Linkedin), come elaborare il proprio piano editoriale, come aumentare l’engagement rate; simulazione di una campagna social.
2.Progettazione complessa e creazione di reti – Docente: Cristina Da Milano
Strutturare una progettazione complessa e creare reti in relazione a finanziamenti erogati da diversi soggetti (Fondazioni, Enti locali, Ministeri e Unione Europea). La pianificazione e l’uso delle risorse, le diverse metodologie di progettazione come il Project Management, il Project Life Cycle.

3.Valutazione – Docente: Elisabetta Falchetti
Valutazione delle attività con possibile restituzione attraverso bilancio sociale, di responsabilità e di impatto. Saranno approfonditi temi riguardanti gli strumenti di valutazione dei musei ed in particolare la valutazione di impatto attraverso gli indicatori GSO-Generic Social Outcomes e GLO-Generic Learning Outcomes.

Articoli più letti

Open call per progetti pilota

È online la open call di DRIS per selezionare progetti pilota interculturali capaci di valorizzare le relazioni tra il  patrimonio culturale e storico e le

La seconda fase di DRIS

Inizia con un approfondimento sul rapporto dell’arte con le strategie interculturali la seconda fase di DRIS, che prevede una serie di incontri  e visite sul

Torna su