Lecce, il 18 aprile c'è la festa dei Musei Accoglienti PDF Stampa E-mail
Venerdì 12 Aprile 2019 13:44
LA FESTA DEI MUSEI ACCOGLIENTI
Presentazione dei risultati del progetto
MUA-Musei Accoglienti
18 Aprile 2019 | ore 18
Convitto Palmieri, 73100 Lecce
Il 18 Aprile 2019, il Convitto Palmieri ospita la Festa di MUA-Musei Accoglienti, momento finale di presentazione dei risultati conseguiti nei 12 mesi di progetto.
La serata finale si articolerà come segue:
- Saluti istituzionali
- Presentazione dei risultati del laboratorio "Il Museo Siamo Noi" a cura del collettivo I NoMade in residenza artistica a Lecce dal 15 al 18 aprile 2019. "Il museo siamo noi è stata articolata in due interventi, i noMade, infatti, hanno coinvolto un gruppo di artisti migranti nella co-creazione di un’opera per il Museo Ribezzo di Brindisi e nella la co-progettazione del nuovo allestimento per il Museo della stampa di Lecce.
- Restituzione dei risultati raggiunti nei 12 mesi del progetto Musei Accoglienti. Saranno presentati i video prodotti dagli operatori museali durante il Laboratorio di Digital Storytelling a cura di Eccom; e i percorsi co-progettati dagli operatori e i migranti nell’ambito del Laboratorio per la sperimentazione di nuove narrazioni museali basati sullo scambio di suggestioni intorno alle opere dei musei a cura di 34°Fuso Aps
- Presentazione del marchio MUA-Musei Accoglienti
- Consegna degli attestati di Cittadinanza culturale della Regione Puglia ai migranti coinvolti per aver contribuito alla costruzione di nuove visioni del patrimonio culturale.
- Consegna degli attestati agli operatori culturali coinvolti per aver per aver favorito la costruzione di nuove strategie e visioni per l’accessibilità del patrimonio culturale.
MUA-Musei Accoglienti è un progetto di Regione Puglia con i Poli Biblio-Museali di Lecce e Brindisi che punta a creare una rete territoriale dei Musei in grado di migliorare l’accessibilità del patrimonio e la sua valorizzazione attraverso un percorso di formazione e sperimentazione.
MUA è finanziato dalla Regione Puglia - Assessorato all’Industria turistica e culturale attraverso il Teatro Pubblico Pugliese e si avvale di un partenariato di grande rilievo che include: Museo Provinciale Sigismondo Castromediano - Lecce (capofila), il MAPRI Museo Archeologico Provinciale Ribezzo Brindisi, il CIR - Consiglio Italiani per i rifugiati, Eccom - Idee per la Cultura - Centro Europeo per l’Organizzazione e il Management Culturale, 34esimo Fuso. Il 18 Aprile 2019 | ore 18Convitto Palmieri, 73100 Lecce

Schermata_2019-04-12_alle_15.54.36Il 18 Aprile 2019 alle 18 il Convitto Palmieri di Lecce ospita la Festa dei Musei Accoglienti, momento finale di presentazione dei risultati conseguiti nei 12 mesi di progetto. MUA-Musei accoglienti è finanziato dalla Regione Puglia - Assessorato all’Industria turistica e culturale attraverso il Teatro Pubblico Pugliese e si avvale di un partenariato di grande rilievo che include: Museo Provinciale Sigismondo Castromediano - Lecce (capofila), il MAPRI Museo Archeologico Provinciale Ribezzo Brindisi, il CIR - Consiglio Italiani per i rifugiati, Eccom - Idee per la Cultura - Centro Europeo per l’Organizzazione e il Management Culturale - 34esimo Fuso.

Leggi tutto...
 
"Il museo siamo noi", la seconda residenza del progetto MUA PDF Stampa E-mail
Venerdì 12 Aprile 2019 08:20
Brindisi ospita “Il museo siamo noi”, residenza artistica del Collettivo noMade nell’ambito del progetto MUA-Musei Accoglienti. La residenza è articolata in due progetti in cui gli artisti coinvolgeranno artisti migranti nella co-creazione di un’opera per il Museo Ribezzo di Brindisi e nella la co-progettazione del nuovo allestimento per il Museo della stampa di Lecce.
Ospiti del Museo Archeologico Provinciale “Francesco Ribezzo” e della Biblioteca Arcivescovile “De Leo” di Brindisi gli artisti del Collettivo noMade sono i protagonisti della residenza artistica Il Museo siamo noi in programma dal 15 al 18 aprile  2019.
Il museo siamo noi si inserisce nell’ambito di MUA-Musei Accoglienti, progetto di Regione Puglia con i Poli Biblio-Museali di Lecce e Brindisi. MUA punta a creare una rete territoriale dei Musei in grado di migliorare l’accessibilità del patrimonio e la sua valorizzazione attraverso un percorso di formazione e sperimentazione che ha coinvolto operatori museali e migranti. MUA è finanziato dalla Regione Puglia - Assessorato all’Industria turistica e culturale attraverso il Teatro Pubblico Pugliese e si avvale di un partenariato di grande rilievo che include: Museo Sigismondo Castromediano di Lecce (capofila), il Museo Ribezzo di Brindisi, il CIR - Consiglio Italiani per i rifugiati, ECCOM - Centro Europeo per l’Organizzazione e il Management Culturale, 34esimo Fuso.
La residenza a cura del Collettivo noMade è articolata in due progetti distinti, il primo degli è una sperimentazione che unisce fotografia, narrazione sonora, gioco ed esperienze sensoriali nella creazione di un’opera partecipata. Un percorso che si inserisce nel progetto formativo che gli operatori dei musei della provincia di Brindisi hanno seguito nei mesi passati e che vuole offrire una struttura laboratoriale in grado stimolare il dialogo e l’apertura del museo verso i nuovi cittadini del territorio.
I partecipanti verranno introdotti alle collezioni dei 6 musei della provincia di Brindisi attraverso opere o reperti scelti dagli operatori, si chiederà poi ad ognuno di fotografare un dettaglio dell’opera da abbinare ad uno scatto selezionato dalla libreria fotografica del proprio telefono ed infine di dare un titolo alla composizione che sarà così costituita da due foto e una registrazione vocale di un breve racconto. Il lavoro andrà a comporre un percorso di visita parallelo che i futuri visitatori reali o virtuali del Museo Ribezzo di Brindisi potranno ricercare, consultare e ascoltare, una testimonianza viva del processo di esplorazione e co-creazione vissuto insieme agli operatori del Museo. Una breve guida racchiuderà tutte le nuove “opere” realizzate durante il laboratorio.
Il secondo intervento del Collettivo noMade prevede il coinvolgimento di un altro gruppo di artisti migranti nel nuovo progetto di allestimento per il Museo della Stampa di Lecce. Un nuovo modo di lavorare ispirato all’idea che l’integrazione dei nuovi cittadini nel sistema culturale sia un processo spesso complicato che non può prescindere dall’offerta di elementi professionalizzanti. L’obiettivo, dunque, è quello di fornire a chi partecipa nuove competenze teoriche e tecniche sulla creazione di un allestimento museale e allo stesso tempo la possibilità di esplorare il patrimonio e l’identità della collezione del Museo della Stampa. Il lavoro svolto verrà poi sintetizzato attraverso un plastico che riprodurrà un percorso museale inclusivo e all’avanguardia espressione delle diverse interpretazioni di chi ha partecipato al laboratorio.
Biografia collettivo noMade
Il collettivo noMade è costituito da gruppo di artisti-ricercatori che lavora sull’immaginario di paesaggi sensoriali nel quale il fruitore trova la sua libertà di creazione. Il collettivo affonda le sue radici nel concetto di nomadismo che assunto come categoria interpretativa del mondo ne coglie il suo continuo divenire, il suo non essere mai lo stesso, la sua relatività. noMade è un gruppo poliedrico che racchiude diverse abilità e sensibilità artistiche, in particolare nella grafica, il sound design, la videoarte, le arti performative, l'arte visuale, le installazioni site-specific e l'interactive art. Il collettivo è costituito da Lea Walter, psicofisiologa e arte-terapeuta; Fabio Pennacchia, artista, allestitore e scenografo; Alice Ruzzettu, disegnatrice e artista; Max Wayne, artista, sound designer e compositore.
www.radionomade.com
Schermata_2019-04-12_alle_10.33.54

Dal 15 al 18 aprile 2019 Brindisi ospita Il museo siamo noi, residenza artistica del collettivo noMade nell’ambito del progetto MUA-Musei Accoglienti. Durante la residenza, articolata in due interventi, i noMade coinvolgeranno artisti migranti nella co-creazione di un’opera per il Museo Ribezzo di Brindisi e nella la co-progettazione del nuovo allestimento per il Museo della stampa di Lecce

Leggi tutto...
 
Green Routes, inaugura a Lecce la mostra MED MOVIE PDF Stampa E-mail
Giovedì 11 Aprile 2019 13:30
Il 18 aprile 2019 alle ore 18, presso la Biblioteca Bernardini (Ex Convitto Palmieri), inaugura MED MOVIE 
, una mostra a cura dell’Associazione Zona realizzata nell’ambito del progetto Green Routes con il sostegno della Fondazione CON IL SUD.
Le immagini della mostra sono sono di Massimo Berruti,  Alessandro Penso, Emiliano Mancuso (Video) e degli studenti dell’IISS – Liceo Artistico “V. Calò” di Taranto.
I tre autori coinvolti nel progetto hanno realizzato una visione personale della città di Taranto. Tre sguardi differenti per illustrare una realtà complessa sempre alla ricerca di un equilibrio tra la presenza soffocante del più importante complesso siderurgico del sud d’Italia, l’Ilva, e la sua storia, la natura e il mare che la circonda. 
I due fotografi hanno percorso la città cercando di mostrarne l’anima più segreta.
Massimo Berruti ha utilizzato il formato panoramico in b/n alla ricerca di una ricostruzione visiva del paesaggio urbano muovendosi tra la città vecchia e il mare.
Alessandro Penso ci ha raccontato le persone che abitano questi spazi, fotografando dal centro cittadino fino ai quartieri periferici di Tamburi e Paolo VI: grazie all’utilizzo del colore, ha dato plasticità al verde della natura che la circonda e vita ai suoi pescatori e al suo mare.
Emiliano Mancuso ha prodotto una serie di frame video costruendo una visione sospesa di Taranto e poco riconoscibile, ma fortemente riconducibile al calore delle città del sud Italia.
La mostra è parte di un progetto più ampio che che ha visto impegnati gli autori in un percorso formativo con i ragazzi del “Liceo Artistico Vincenzo Calò” di Taranto durante il quale gli studenti hanno prodotto materiali fotografici e video sulla città e sul rapporto tra natura e architettura avvicinandosi così alle varie forme del racconto della realtà, dal fotogiornalismo al video documentario.
Tutti questi materiali, sia quelli prodotti dagli autori sia quelli realizzati degli studenti confluiscono ora nella mostra multimediale MED MOVIE.
Per maggiori informazioni vai all’evento Facebook
Schermata_2019-04-11_alle_15.37.57

Il 18 aprile 2019 alle ore 18, presso la Biblioteca Bernardini (Ex Convitto Palmieri) di Lecce, inaugura MED MOVIE, mostra a cura dell’Associazione Zona realizzata nell’ambito del progetto Green Routes con il sostegno della Fondazione CON IL SUD. Le immagini della mostra sono sono di Massimo Berruti, Alessandro Penso, Emiliano Mancuso (Video) e degli studenti dell’IISS – Liceo Artistico “V. Calò” di Taranto.

Leggi tutto...
 
Nuove drammaturgie per i Mercati di Traiano PDF Stampa E-mail
Mercoledì 10 Aprile 2019 05:58

296f1c97-1f48-4081-8f4c-0adbd558254cDal 1 al 6 aprile 2019 i Mercati di Traiano hanno ospitato due degli autori di Fabulamundi autori erano a Roma per una residenza artistica nell'ambito di Live Museum, Live Change. I due drammaturghi realizzeranno nuove drammaturgie per i Mercati di Traiano che saranno poi fruibili attraverso specifici spazi ed eventi all'interno del museo. 

Leggi tutto...
 
Laboratori di narrazione e Digital Storytelling in ASL PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Aprile 2019 09:26
Siamo impegnati da tempo nella sperimentazione di nuovi modelli di promozione del patrimonio culturale.
Il 12 aprile a Fologno condividiamo nel workshop...  tre modelli usati per l'alternazna scuola lavoro.
Una esperienza si è svolta a Roma, con il Liceo classico Dante Roma al MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, per sperimentare narrazioni capaci di sensibilizzare pubblici giovani, generalmente estranei a musei e a forme espressive dell’arte contemporanea.
La seconda si è svolta in Sardegna con il Liceo Classico "Siotto Pintor" Cagliari, per la valorizzazione del patrimonio statuario dei I Giganti di Mont'e Prama, nell’ambito di un Progetto Regionale. Gli studenti hanno lavorato a scuola e nei musei con esperti di comunicazione, museologi, archeologi e realizzato #DigitalStorytelling, ora pubblicati come parte integrante del Progetto di valorizzazione.
La terza ha coinvolto il Liceo Dante e il Liceo Classico Statale "Terenzio Mamiani" di Roma in atelier artistici, laboratori digitali e narrazioni con drammaturghi europei per la promozione dei Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali attraverso nuove forme di comunicazione.
Schermata_2019-04-08_alle_11.39.19

Il 12 aprile 2019 saremo a Foligno per il workshop Laboratori di narrazione e digital storytellig in ASL, durante la giornata si presenteranno tre modelli di ASL (alternanza scuola lavoro) realizzati con l’obiettivo di promuovere il patrimonio culturale, interpretarlo e valorizzarlo anche attraverso risorse digitali. Il workshop è organizzato da EXPO ASL CULTURA, la prima rassegna delle buone pratiche di Alternanza Scuola Lavoro in ambito artistico-culturale.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.11121314151617181920Succ.Fine»

Pagina 11 di 34
Birth Cultures
Giovedì 16 Luglio 2020

Immagine
ECCOM è partner associato del progetto Birth Cultures, progetto cofinanziato da Europa Creativa che valorizza conoscenze e pratiche tradizionali...
Leggi tutto...
DRIS - Co-creating Intercultural Societies: a Focus on Racism and Discrimination
Mercoledì 24 Giugno 2020

Immagine
DRIS - Co-creating Intercultural Societies: a Focus on Racism and Discrimination Il progetto mira ad aumentare la comprensione e il rispetto della...
Leggi tutto...
IL CASSERO per la scultura. Percorso di formazione a cura di ECCOM
Lunedì 25 Maggio 2020

Immagine
Cassero per la Scultura di Montevarchi Confermato percorso on line per il 29 Maggio, 4 giugno (personale museo), 11 e 17 giugno (personale e ragazzi)...
Leggi tutto...
MEMEX - MEMories and EXperiences for inclusive digital storytelling
Lunedì 02 Dicembre 2019

Immagine
MEMEX, finanziato da Orizzonte 2020 - Programma quadro di ricerca e innovazione, promuove la coesione sociale attraverso strumenti di narrazione...
Leggi tutto...
MEMEX-MEMories and EXperiences for inclusive digital storytelling
Lunedì 02 Dicembre 2019

Immagine
MEMEX, finanziato da Orizzonte 2020 - Programma quadro di ricerca e innovazione, promuove la coesione sociale attraverso strumenti di narrazione...
Leggi tutto...
Contested Desires
Lunedì 08 Luglio 2019

Immagine
DESIDERI CONTESTATI (2019-2021) è un progetto finanziato dal programma Europa creativa dell'Unione europea. Usa le arti visive contemporanee come...
Leggi tutto...

Notizie

Live Museum, Live Change. Il peso dell’effimera eternità, l'Atelier di Fabio Pennacchia
Martedì 30 Giugno 2020

Immagine
Live Museum, Live Change. Il peso dell’effimera eternità, l'Atelier di Fabio PennacchiaIl 30 giugno Fabio Pennacchia apre l'Atelier Il peso dell'effimera eternità, l'opera pensata per il progetto Live Museum, Live...
Leggi tutto...
Live Museum, Live Change. I Taccuini Botanici di Gaia Bellini
Lunedì 22 Giugno 2020

Immagine
Con Taccuini botanici, Gaia Bellini esplora i Mercati di Traiano e li rilegge attraverso la natura che li vive. L’artista si ispira al concetto di libro come luogo di memoria e di conservazione del reale, propone una...
Leggi tutto...
Live Museum, Live Change riparte con Dissezione Traiano
Venerdì 12 Giugno 2020

Immagine
Gli Atelier di Live Museum, Live Change ripartono oggi con Dissezione Traiano, progetto teatrale dei Nontantoprecisi. Un laboratorio di 5 incontri che coinvolgerà 30 persone in un attraversamento dei Mercati di Traiano.
Leggi tutto...
The 2020 Charter of Rome, una carta per la partecipazione alla vita culturale nelle città
Mercoledì 03 Giugno 2020

Immagine
Presentata «The 2020 Charter of Rome», progetto per difendere i diritti culturali nel mondo: un documento che punta a portare avanti una serie di impegni per il diritto alla partecipazione per la vita culturale nelle...
Leggi tutto...
Europa e Rete: le parole d'ordine per affrontare la crisi post-pandemia
Giovedì 28 Maggio 2020

Immagine
Parlare di internazionalizzazione delle imprese culturali in un momento di chiusura dei confini e di incertezza sulle libertà di movimento è un atto di coraggio. Cristina Da Milano lo fa e porta l’esempio...
Leggi tutto...