Contested Desires, conclusa la seconda fase del capacity building Stampa
Lunedì 28 Settembre 2020 08:49
Ciao, ecco il testo.
Io mi focalizzerei sul capacity building, sul fatto che è articolato su tre temi, che il primo lo abbiamo fatto in Portogallo ed era su Heritage and Identities; che il secondo lo abbiamo fatto online tra Luglio e Settembre per vai del COVID ed era su Crafting Nations e aggiungerei la descrizione che c’è in fondo al testo; che ne faremo un terzo, sperabilmente a Barcellona a Febbraio, sul tema Heritage and Gender.
Fammi sapere se hai dubbi/domande, baci
Cri

contested cacapcityCompletata la seconda fase del capacity building di Contested Desires, una serie di webinar tra luglio e settembre incentrati sul tema Crafting Nations, ovvero il ruolo del patrimonio nella creazione delle nazioni. Il programma di capacity building del progetto è a cura di Cristina Da Milano e François Matarasso. 

Procede dunque il programma di capacity building di Contested Desires, un percorso diviso in tre sotto temi inziato a febbraio 2020 con Heritage and Identities, seminario di due giorni ospitato dal partner di progetto LAC a Lagos (Portogallo). 

Crafting Nations è stato invece il secondo tema al centro del capacity building, una serie di tre webinar che tra luglio e settembre hanno analizzato il ruolo del patrimonio nella creazione politica, culturale ed economica delle nazioni. In tutto il mondo stiamo assistendo a proteste che chiedono l'uguaglianza per tutti i cittadini, per un ripensamento dei rapporti che abbiamo gli uni con gli altri e per il modo in cui le nostre storie vengono raccontate e il nostro patrimonio presentato. Queste richieste non sono né nuove né limitate a un paese. Dalla rimozione di statue storiche e proposte di nuovi memoriali, alle richieste di riforma educativa, stiamo giustamente rimettendo in discussione la connessione tra passato e presente, interrogando i modi in cui le identità nazionali sono costruite.

Alla prima conversazione, facilitata da Cristina da Milano e Francois Matarasso, hanno partecipato Tiger de Souza (National Trust) e Sajida Carr (Creative Black Country). A seguire la poetessa Degna Stone è stata invitata a riflettere sui contenuti emersi durante l'incontro, confluiti ora in contributo dal titolo Crafting Nations: The need for radical change (Il podcast e il testo sono disponibili qui).

I workshop offrono agli artisti e ai partner l'opportunità di immergersi nei contesti locali tenendo in profonda considerazione i sottotemi attingendo dalle prospettive e dalle esperienze dei relatori nei settori del patrimonio, delle arti, della sociologia, della politica culturale e dell'uguaglianza di genere. Ogni workshop mira ad espandere la conoscenza condivisa, oltre a stimolare e informare la pratica di partner e artisti.

La terza fase del programma di capacity building, dedicata al tema Heritage and Gender, è invece in programma per il febbraio del 2021. 

Scopri il progetto: www.contesteddesires.eu