Mont'e Prama, due educational tour tra Cagliari e Cabras Stampa
Lunedì 30 Settembre 2019 06:58

ed_tour_1In Sardegna abbiamo organizzato due educational tour sul Complesso Scultoreo di Mont'e Prama e la Penisola del Sinis. Con il contributo di giornalisti, operatori turistici ed artisti, abbiamo esplorato il territorio del Sinis, da Tharros alla spiaggia di Is Arutas, ma anche i musei che conservano le statue di Mont'e Prama, il Museo G. Marongiu di Cabras e il Museo archeologico di Cagliari. Una full immersion nel paesaggio e nella cultura del territorio con l'obiettivo di studiare e realizzare nuovi itinerari turistici in grado di valorizzare l'aerea.

Lo scopo dell'educational tour è quello di favorire la conoscenza della destinazione Sinis e delle sue potenzialità; offrire opportunità di formazione attraverso il patrimonio di Mont’e Prama; creare nuove possibilità di fruizione e conoscenza. Inoltre, s’intende incentivare azioni che concorrano a realizzare percorsi di educazione e di promozione turistica elaborate in funzione della domanda e rivolte all’incontro domanda-offerta. 

Tale strumento è utile ed efficace per la valorizzazione del potenziale competitivo delle destinazioni turistiche, da ri-posizionare sui mercati nazionali e internazionali, nonché per l’individuazione e selezione di target di domanda potenziale nel quadro di uno sviluppo turistico sostenibile e che tiene conto dei diversi tipi di target. 

 

Gli educational tour si sono svolti il 16 e 17 settembre il 27 e 28 settembre 2019, tra i partecipanti il giornalista Luca Attanasio, il fotografo Alessandro Penso, il Segretario generale dell'associazione Cammini d'europa Federico Massimo Ceschin, il tour operator dedicato al turismo in moto In a Island, Dolce Vita Bike tours (cicloturismo), il drammaturgo Francesco Toscani (finalista del premio Hystrio scritture di scena 2019), il progetto Around The Walk di Pietro Vertamy e Ilaria Di Biagio, laboratorio itinerante di indagine sul paesaggio che fonde diverse forme d’arte con la creazione di itinerari da percorrere esclusivamente a piedi.


I due Educational Tour sono volti a coinvolgere giornalisti/opinion leader/blogger e possibili intermediari turistici dell’offerta di