Cristina Da Milano entra nella “Commissione per il Sistema museale nazionale” Stampa
Mercoledì 20 Giugno 2018 08:43
Cristina Da Milano entra nella “Commissione per il Sistema museale nazionale”
Cristina Da Milano (Presidente ECCOM), in qualità di esperta, è uno dei membri della Commissione per il Sistema museale nazionale del MIBACt. Tra gli altri membri nominati dal ministro dei Beni e delle Attività culturali Alberto Bonisoli ci sono: Barbara Jatta, direttrice dei Musei Vaticani; Manuel Roberto Guido, dirigente del Mibact; Martina De Luca, funzionaria del Mibact.
La costituzione della Commissione è prevista dal decreto di attivazione del Sistema museale nazionale che definisce anche le modalità di accreditamento dei singoli luoghi di cultura e adotta i Livelli uniformi di qualità (LUQ) ai quali ogni museo deve adeguarsi per poter entrare nel Sistema nazionale.
L’organo è presieduto dal Direttore generale Musei ed è composta dal presidente del Comitato tecnico-scientifico per i musei e l’economia della cultura, quattro rappresentanti designati dal Ministro, sei dalla Conferenza unificata e due da ICOM Italia. Ai lavori della Commissione possono essere invitati a partecipare esperti designati da organizzazioni e associazioni di categoria che hanno accordi con la DG Musei.
I componenti della Commissione, che non ricevono compenso, gettoni, indennità di alcun tipo, sono scelti tra personalità di comprovata qualificazione professionale in materia di musei e altri luoghi della cultura e durano in carica quattro anni, rinnovabili.
cristina da milanoCristina Da Milano (Presidente ECCOM), in qualità di esperta, è ufficialmente uno dei membri della Commissione per il Sistema museale nazionale del MiBACT. Tra gli altri componenti nominati dal ministro dei Beni e delle Attività culturali Alberto Bonisoli ci sono: Barbara Jatta, direttrice dei Musei Vaticani; Manuel Roberto Guido, dirigente del MiBACT; Martina De Luca, funzionaria del MiBACT. 

La costituzione della Commissione è prevista dal decreto di attivazione del Sistema museale nazionale che definisce anche le modalità di accreditamento dei singoli luoghi di cultura e adotta i Livelli uniformi di qualità (LUQ) ai quali ogni museo deve adeguarsi per poter entrare nel Sistema nazionale. 

L’organo è presieduto dal Direttore generale Musei ed è composta dal presidente del Comitato tecnico-scientifico per i musei e l’economia della cultura, quattro rappresentanti designati dal Ministro, sei dalla Conferenza unificata e due da ICOM Italia.

Ai lavori della Commissione possono essere invitati a partecipare esperti designati da organizzazioni e associazioni di categoria che hanno accordi con la DG Musei.I componenti della Commissione, che non ricevono compenso, gettoni, indennità di alcun tipo, sono scelti tra personalità di comprovata qualificazione professionale in materia di musei e altri luoghi della cultura e durano in carica quattro anni, rinnovabili.