Taranto Multicolors: Laboratorio sulle piante tintoree Stampa
Mercoledì 04 Ottobre 2017 11:13

5-6 ottobre
Via Magna Grecia
Taranto

Continuano, con il laboratorio sulle piante tintoree a cura di Dimitris Evangelou, le attività della Green School inserite nell’ambito del progetto Green Routes.

Il laboratorio “Taranto Multicolors” nasce con l’idea di recuperare quel contatto con la terra e con le piante che ormai manca da molto tempo. Sarà un percorso laboratoriale aperto a tutti che avrà lo scopo, attraverso esperienze pratiche e narrazioni tradizionali, di avvicinare l’essere umano alla natura e alla cultura agraria.

I tre laboratori porteranno i partecipanti alla scoperta del giardinaggio, della coltivazione, della crescita, della cura, dell’uso e della trasformazione in colore delle piante, dei rami e delle foglie attraverso i metodi e i tempi del calendario naturale. Il percorso sarà accompagnato dalla raccolta di ricordi, conoscenze e storie di tutti i partecipanti sulle culture contadine e mira ad arricchire il bagaglio sociale e culturale del rapporto uomo-natura.

Durante i laboratori, Dimitris Evangelou, utlizzerà diverse piante tintoree, come la robbia, pianta del Mediterraneo che cresce in Italia sotto forma di siepi e dalla cui radice si ricava l’alizarina, una polvere di colore rosso, conosciuta fin dai tempi antichi. L’elicriso, diffusa nel centro e sud Italia, è una pianta che produce fiori dal giallo lucente e viene utilizzata per profumare la biancheria o in cosmetica come fissante per i profumi. Già conosciuta in epoca greco-romana e nel medioevo oggi viene usata per creare un olio essenziale.

Tra le piante europee e italiane si andrà alla scoperta della Mentha longifolia e della Mentha piperita entrambe facili da coltivare e usate in cucina per la preparazione di bevande e di essenze ma anche in campo medicinale per le loro proprietà farmaceutiche, della salvia officinalis, utilizzata in erboristeria, in cucina e nel giardinaggio come pianta ornamentale.

Si andrà alla scoperta anche di piante non europee come il gingko biloboa, pianta antichissima e apprezzata in tutto il mondo come pianta ornamentale nelle città grazie alla resistenza agli agenti inquinanti, per il legno giallastro utilizzato per costruire mobili, usata per i bonsai ma anche per creare medicinali dalle foglie o il melograno pianta ornamentale che offre diversi usi, sia in cucina che in medicina. La melagrana è una pianta antichissima con un forte valore simbolico che viene ripresa nell’iconografia di molte culture. Tra questi è un auspicio regalare quando si acquista una pianta di melograno come simbolo di abbondanza, fertilità e buona fortuna.

Per iscriversi inviare una mail a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Dimitri Evangelou

Formatore in agricoltura sociale, assistente specializzato ad alunni diversamente abili. Ha lavorato diversi anni con Save the Children progettando e realizzando diversi laboratori che utilizzavano l’agricoltura sociale per promuovere processi di inclusione sociale, rafforzamento delle competenze e approcci collaborativi.