L’impatto di un’impresa culturale Stampa

ECCOM e Simulation Intelligence, due società di consulenza specializzate nel management culturale, hanno sviluppato una metodologia di analisi dell'"impatto" di un'impresa culturale che mira a monitorare e valutare le imprese culturali in tutte le loro sfaccettature.

Qual è l'impatto di un'impresa culturale? Quali le ricadute, economiche, materiali, ma anche intangibili (il senso di appartenenza, l'immagine complessiva del territorio, l'immagine degli sponsor e degli enti sostenitori,...) che la sua attività ha sul territorio e sulla comunità a cui appartiene?

 

L'impatto economico, di immagine, di notorietà, territoriale di un festival, di un evento o di un impresa culturale

Principali risultati conoscitivi

"L'impatto di un'impresa culturale" misura i benefici finanziari, ma anche materiali e intangibili, oltre che le interconnessioni con i settori creativi e l'innovazione che un'impresa culturale apporta al territorio in cui opera.

L'impatto viene misurato sulla base di quattro elementi tra loro strettamente collegati:

- l'impatto "economico": i flussi economici e finanziari intercorrenti fra l'impresa culturale e il resto dell'economia, con una particolare attenzione al bacino economico, produttivo e commerciale locale;
- l'impatto "di immagine": quanto la cultura, e in particolare l'impresa culturale oggetto di indagine, ha influenza sull'immagine del territorio e ne provoca ricadute positive;
- l'impatto di "notorietà": quanto l'impresa culturale è conosciuta nel territorio di riferimento, e quale opinione su di essa hanno i diversi stakeholder;
- l'impatto "territoriale": intendendo il grado di interconnessione con altri enti e istituzioni nazionali ed internazionali e con i settori contigui (innovazione, ricerca scientifica, design, ecc.).

Metodo applicato
L'indagine coinvolge tutti gli stakeholder, cioè gli interlocutori che hanno relazioni, dirette e indirette, con l'impresa culturale. In particolare, sono presi in considerazione gli stakeholder:

- interni: dirigenti e manager dell'impresa culturale, dipendenti, Consiglio di Amministrazione;
- esterni: enti pubblici, sponsor, fornitori, giornalisti e opinion leader, spettatori, residenti sul territorio di riferimento, turisti.

 

Responsabile del progetto per ECCOM: Giulio Stumpo