Birth Cultures
PDF Stampa E-mail
Giovedì 16 Luglio 2020 10:10
ECCOM è partner associato del progetto Birth Cultures, progetto cofinanziato da Europa Creativa che valorizza conoscenze e pratiche tradizionali legate alla parto e alla maternità come parte del patrimonio europeo. Cristina Da Milano curerà alcuni corsi di formazione sull’Audience Development per i partner coinvolti e lavorerà su un toolkit per le scuole sul tema della nascita/parto.
Il progetto si basa sul riconoscimento che l'arte socialmente impegnata è un modo efficace di elaborare, spiegare e promuovere argomenti di particolare valore sociale, ma è anche capace di coinvolgere il pubblico attraverso un approccio partecipativo. Gravidanza, parto e maternità sono spesso argomenti poco accessibili per mancanza di strumenti come ricerche storiche o mostre ed è in questo contesto che Birth Cultures si inserisce.
Attraverso specifiche azioni e interventi, il progetto vuole promuovere il dialogo interculturale coinvolgendo soprattuto giovani e migranti attraverso la conoscenza e la co-creazione opere culturali e creative. Tra gli obiettivi principali c'è però anche il rafforzamento della collaborazione tra i musei delle donne in Europa per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla salute e sui diritti sessuali e riproduttivi.
Periodo
Novembre 2019 - Aprile 2022
Partner
Interarts (Capofila, Spagna)
Frauenmuseum Hittisau (Austria)
Frauenmuseum Merano (Italia)
Gender Museum (Kharkiv)
Associazione internazionale dei musei femminili (IAWM) (Italia)
ECCOM (Italia)
Birth Café Campaign (Germania)

Schermata_2020-07-16_alle_12.17.19ECCOM è partner associato del progetto Birth Cultures, progetto cofinanziato da Europa Creativa che valorizza conoscenze e pratiche tradizionali legate alla parto e alla maternità come parte del patrimonio europeo. 

Leggi tutto...
 
DRIS - Co-creating Intercultural Societies: a Focus on Racism and Discrimination
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 24 Giugno 2020 09:04
DRIS - Co-creating Intercultural Societies: a Focus on Racism and Discrimination
Il progetto mira ad aumentare la comprensione e il rispetto della diversità culturale attraverso il dialogo interculturale. Per farlo, favorisce integrazione e interazione delle comunità migranti più vulnerabili di Barcellona, Berlino e Roma con le comunità locali. Le tre città sono state scelte perché accomunate da difficoltà di relazione tra comunità multietniche e multiculturali, intensi flussi migratori e forti tendenze discriminatorie e razziste.
Da qui, l’esigenza di sostenere il networking tra professionisti e istituzioni che operano in aree e settori sensibili di queste città e di progettare attività formative sui temi del dialogo interculturale e interreligioso, dell’audience development ed engagement, affinché le istituzioni e le organizzazioni culturali assumano il ruolo di “zone di contatto”, spazio per il confronto e l’apprendimento reciproco, e facilitino la partecipazione dei migranti alla vita sociale e culturale della città.
Il progetto si prefigge anche di migliorare capacità e opportunità per le diverse minoranze di origine migrante di collaborare con organizzazioni culturali e sociali, pubbliche e private, per co-creare progetti interculturali e prodotti artistici che veicolino contro-narrazioni, evitino stereotipi negativi e diffondano il valore della diversità culturale e del dialogo interculturale come risorse contro le discriminazioni e per le relazioni pacifiche. Allo stesso scopo, sono previsti scambi di mobilità per 15 artisti migranti e la promozione in Europa di 3 co-produzioni artistiche transnazionali.
DRIS condivide e persegue alcuni degli obiettivi di sviluppo sostenibile propri dell'Agenda 2030: promuove l’apprendimento permanente per tutti; responsabilizza le donne migranti per il raggiungimento della parità di genere; lavora per rendere città e istituzioni più inclusive, resilienti e sostenibili; facilita nuove alleanze tra professionisti di diversi settori e Paesi.
eu_flag_creative_europe_co_funded_pos_rgb_right
 
Schermata_2020-06-24_alle_12.09.59ECCOM
è uno dei partner di DRIS - Co-creating Intercultural Societies: a Focus on Racism and Discrimination, progetto sostenuto da Creative Europe (Support to European Cooperation Projects 2020) che mira ad aumentare la comprensione e il rispetto della diversità culturale attraverso il dialogo interculturale. 
Leggi tutto...
 
MEMEX - MEMories and EXperiences for inclusive digital storytelling
PDF Stampa E-mail
Lunedì 02 Dicembre 2019 09:03
MEMEX, finanziato da Orizzonte 2020 - Programma quadro di ricerca e innovazione, promuove la coesione sociale attraverso strumenti di narrazione collaborativi e relativi al patrimonio che forniscono accesso al patrimonio culturale tangibile e immateriale per le comunità a rischio di esclusione. Il progetto implementa nuove azioni per le scienze sociali per: comprendere le esigenze di tali comunità e progettare interfacce per soddisfare le loro esigenze; creare relazioni con il pubblico attraverso strategie di partecipazione, favorendo al contempo l'inclusione delle comunità. L’obiettivo sarà raggiunto attraverso strumenti ICT innovativi che forniscono un nuovo paradigma per l'interazione con il patrimonio per tutti gli utenti finali. MEMEX creerà nuove esperienze di Realtà Aumentata assistita (AR) sotto forma di storie che intrecciano i ricordi (espressi come video, immagini o testo) delle comunità partecipanti con i luoghi / oggetti fisici che li circondano. Per raggiungere questi obiettivi, MEMEX svilupperà tecniche per collegare (semi) automaticamente le immagini ai luoghi ad esse relativi e connettersi a un nuovo Knowledge Graph (KG) opensource, che faciliterà lo storytelling. Infine, le storie verranno visualizzate su smartphone da AR in cima al mondo reale, permettendo di raccontare una narrazione avvincente. MEMEX sarà testato su tre comunità:  le donne migranti di Barcellona, ​​che sollevano la questione del genere riguardo alla loro inclusione in CH, dando loro una voce per valorizzare i loro ricordi; gli abitanti del XIX distretto di Parigi, uno dei più grandi insediamenti di immigrati di Parigi; i migranti portoghesi di prima, seconda e terza generazione che vivono a Lisbona.
The partners
• FONDAZIONE ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA, 
IT
• ECCOM, IT
• MAPILLARY AB 
ARDITI - AGENCIA REGIONAL PARA O
• DESENVOLVIMENTO DA INVESTIGACAO, TECNOLOGIA E 
INOVACAO – ASSOCIACAO, 
PT
• NOHO LIMITED, IE
• EY ADVISORY SPA , IT
• MICHAEL CULTURE , FR
• FUNDACIO INTERARTS PER A LA COOPERACIO 
CULTURAL INTERNACIONAL, ES
• MAPA DAS IDEIAS - EDICOES DE PUBLICACOES LDA, PT

LOGO_HORIZON
memex_fotoECCOM è uno dei partner di MEMEX, (MEMories and EXperiences for inclusive digital storytelling) finanziato da Horizon 2020, il progetto ha lo scopo di analizzare le esigenze delle comunità a rischio esclusione e progettare per loro strumenti di narrazione collaborativi per migliorare l'accessibilità del patrimonio. ECCOM cura la valutazione del progetto.

Leggi tutto...
 
Io e il mio posto nel mondo
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 27 Febbraio 2019 10:11
ECCOM è uno dei vincitori del Bando Inclusione della Regione Lazio con il progetto Io e il mio posto ne mondo. Percorsi per il benessere e il reinserimento sociale di giovani detenuti. Il progetto è rivolto a 12 giovani tra i 16 e i 24 anni di età residenti nell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo (Roma). Le attività previste sono articolate all’interno di percorsi tematici/esperienziali interconnessi, integrati ed integrabili, pensati sia per rinforzare la personalità del singolo soggetto, sia per accompagnarlo ed indirizzarlo verso un percorso lavorativo e di inclusione sociale.
Nel complesso, questi percorsi accompagnano i giovani detenuti presi in carico verso una migliore conoscenza  di sé, una ricostruzione individuale e sociale e inclusione lavorativa (Io e il mio posto nel mondo).
ECCOM: Capofila del progetto e coordinatore di tutte le linee di azione.
Naturalmente: gli operatori sociali dell’associazione si occuperanno, coordinandosi con il capofila, della presa in carico, accompagnamento ed orientamento dei giovani detenuti.
Archetipo: all’interno di uno dei percorsi previsti dal progetto, nello specifico quello relativo all’Ambiente Naturale, si occuperà in collaborazione con ECCOM i laboratori di giardinaggio e agricoltura sociale interne ed esterne all’IPM.
FlyerSound: nel percorso Ambiente culturale, l’associazione Flyersound si occuperà dei laboratori di musica strumentale, ascolto musicale guidato e composizione.
MeltingPro: si occuperà nell’ambito della Comunicazione digitale, della formazione digitale attraverso la realizzazione di laboratori di base e produzione di Digital Storytelling.
Schermata_2019-03-02_alle_14.01.37




photo-1512640122685-e77ab16ad8c3ECCOM è uno dei vincitori del bando della Regione Lazio “Presa in carico, orientamento e accompagnamento per l’inclusione sociale attiva”  POR FSE 2014-2020 con il progetto Io e il mio posto nel mondo. Percorsi per il benessere e il reinserimento sociale di giovani detenuti. Il percorso è rivolto a 12 giovani tra i 16 e i 24 anni di età residenti nell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo (Roma). Oltre ad ECCOM (capofila) gli altri partner coinvolti sono: Naturalmente, Archetipo, FlyerSound e MeltingPro.

Leggi tutto...
 
Contested Desires
PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Luglio 2019 08:21
DESIDERI CONTESTATI (2019-2021) è un progetto finanziato dal programma Europa creativa dell'Unione europea. Usa le arti visive contemporanee come strumento per esplorare le nostre storie coloniali condivise e l'impatto che questo ha avuto sulla nostra comprensione della cultura europea.
DESIDERI CONTESTATI è una piattaforma di discussione e apprendimento, produzione ed esibizione, che rivela i complessi e radicati riverberi della colonizzazione, dell'occupazione e dell'annessione. DESIDERI CONTESTATI scopre i marcatori indicibili di identità e appartenenza e i desideri contestatori che definiscono e ridefiniscono il nostro patrimonio.
In un momento di crescente populismo di destra, CONTESTED DESIRES mira a sfidare l'effetto destabilizzante e divisivo dell'attuale panorama politico dell'Europa (e non solo) dove la risposta alle complessità, alla diversità e all'espansione delle nostre comunità europee continua ad essere ha incontrato il gioco di potere della paura, della discriminazione e dell'esclusione; dove i nostri confini diventano i nostri protettori e la nostra eredità il nostro luogo di rifugio.
Perché le nostre rispettive storie si caricano di idealismo e finzione in questo contesto? Cosa stiamo cercando di proteggere per noi stessi e di preservare dagli altri?
Come eredità dell'Anno europeo del patrimonio culturale, CONTESTED DESIRES utilizza le forze positive della cooperazione e della coproduzione per affrontare "l'autenticità" ei valori del patrimonio che condividiamo.
DESIDERI CONTESTATI è una piattaforma per artisti e operatori culturali che si impegnano con comunità e quartieri usando programmi di residenza e di scambio. DESIDERI CONTESTATI comprende un programma integrato di capacity building, residenze, mostre e presentazioni e uno strumento digitale dedicato per presentare e diffondere i risultati del progetto.
I DESIDERI CONTESTATI raggiungeranno i seguenti obiettivi:
· Creare una piattaforma internazionale che esplora il rapporto tra la cultura europea e il nostro patrimonio coloniale europeo condiviso;
· Creare un luogo per il dialogo interculturale tra artisti e pubblici locali e internazionali;
· Produrre opere che rispondano ai temi;
· Creare un programma di potenziamento delle capacità per formare artisti e operatori culturali all'interno e all'esterno del progetto.
CONTESTED DESIRES è supportato da una partnership di organizzazioni che abbracciano spazi per residenze, produttori, festival, sostegno settoriale e ricerca, ognuno dei quali lavora in contesti unici e stimolanti di colonialismo, annessione e occupazione. La partnership è cresciuta dall'impegno in reti culturali artistiche, europee e globali.
I partner sono:
D6: Culture in Transit, Newcastle, UK [Lead Partner)
ECCOM, Roma, Italia
Xarkis Festival lavora con il produttore Argyro Toumazou, Cipro
LAC, Lagos, Portogallo
La Bonne, Barcellona, ​​Spagna
Latte fresco, San Giorgio, Barbados

europa_creativa

Progetto_senza_titoloECCOM
è uno dei partner di Contested Desires (2019-2021), un progetto che usa le arti visive contemporanee come strumento per esplorare le nostre storie coloniali condivise e l'impatto che queste hanno avuto sulla nostra comprensione della cultura europea. Contested Desires è finanziato dal programma Europa Creativa dell'Unione Europea. 

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 12
Buona estate!
Venerdì 07 Agosto 2020

Immagine
I nostri uffici saranno chiusi dal 10 al 23 agosto.Buona estate da tutti noi!Illustrazione di Valenzia Lafratta
Musei emotivi, l'intervento di Cristina Da Milano sul post Covid-19
Giovedì 30 Luglio 2020

Immagine
Scientifico MuseiEmotivi abbiamo iniziato a riflettere tra noi sulle sorti del museo e deciso di ascoltare i partecipanti delle cinque edizioni....
Leggi tutto...
Fabulamundi Effects. A European digital storytelling
Martedì 28 Luglio 2020

Immagine
Bando di selezione workshop FABULAMUNDI EFFECTS a european digital storytelling Nell’autunno 2020 Fabulamundi Playwriting Europe arriverà a...
Leggi tutto...
Live Museum, Live Change, il 16 luglio ultimo appuntamento ai Mercati di Traiano
Lunedì 13 Luglio 2020

Immagine
Live Museum Live Change accoglie ancora una volta il pubblico nei Mercati di Traiano: nel pomeriggio del 16 luglio, ultimo appuntamento con le...
Leggi tutto...
IV S·· L’unico difetto è la mia assenza, l'ultimo Atelier di Live Museum, Live Change
Lunedì 13 Luglio 2020

Immagine
Claudio Beorchia si nutre dei commenti che i visitatori dei Mercati di Traiano affidano al web per scoprire il segno che il Museo lascia in chi...
Leggi tutto...

Notizie

Live Museum, Live Change. Il peso dell’effimera eternità, l'Atelier di Fabio Pennacchia
Martedì 30 Giugno 2020

Immagine
Live Museum, Live Change. Il peso dell’effimera eternità, l'Atelier di Fabio PennacchiaIl 30 giugno Fabio Pennacchia apre l'Atelier Il peso dell'effimera eternità, l'opera pensata per il progetto Live Museum, Live...
Leggi tutto...
Live Museum, Live Change. I Taccuini Botanici di Gaia Bellini
Lunedì 22 Giugno 2020

Immagine
Con Taccuini botanici, Gaia Bellini esplora i Mercati di Traiano e li rilegge attraverso la natura che li vive. L’artista si ispira al concetto di libro come luogo di memoria e di conservazione del reale, propone una...
Leggi tutto...
Live Museum, Live Change riparte con Dissezione Traiano
Venerdì 12 Giugno 2020

Immagine
Gli Atelier di Live Museum, Live Change ripartono oggi con Dissezione Traiano, progetto teatrale dei Nontantoprecisi. Un laboratorio di 5 incontri che coinvolgerà 30 persone in un attraversamento dei Mercati di Traiano.
Leggi tutto...
The 2020 Charter of Rome, una carta per la partecipazione alla vita culturale nelle città
Mercoledì 03 Giugno 2020

Immagine
Presentata «The 2020 Charter of Rome», progetto per difendere i diritti culturali nel mondo: un documento che punta a portare avanti una serie di impegni per il diritto alla partecipazione per la vita culturale nelle...
Leggi tutto...
Europa e Rete: le parole d'ordine per affrontare la crisi post-pandemia
Giovedì 28 Maggio 2020

Immagine
Parlare di internazionalizzazione delle imprese culturali in un momento di chiusura dei confini e di incertezza sulle libertà di movimento è un atto di coraggio. Cristina Da Milano lo fa e porta l’esempio...
Leggi tutto...