Contested Desires
PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Luglio 2019 08:21
DESIDERI CONTESTATI (2019-2021) è un progetto finanziato dal programma Europa creativa dell'Unione europea. Usa le arti visive contemporanee come strumento per esplorare le nostre storie coloniali condivise e l'impatto che questo ha avuto sulla nostra comprensione della cultura europea.
DESIDERI CONTESTATI è una piattaforma di discussione e apprendimento, produzione ed esibizione, che rivela i complessi e radicati riverberi della colonizzazione, dell'occupazione e dell'annessione. DESIDERI CONTESTATI scopre i marcatori indicibili di identità e appartenenza e i desideri contestatori che definiscono e ridefiniscono il nostro patrimonio.
In un momento di crescente populismo di destra, CONTESTED DESIRES mira a sfidare l'effetto destabilizzante e divisivo dell'attuale panorama politico dell'Europa (e non solo) dove la risposta alle complessità, alla diversità e all'espansione delle nostre comunità europee continua ad essere ha incontrato il gioco di potere della paura, della discriminazione e dell'esclusione; dove i nostri confini diventano i nostri protettori e la nostra eredità il nostro luogo di rifugio.
Perché le nostre rispettive storie si caricano di idealismo e finzione in questo contesto? Cosa stiamo cercando di proteggere per noi stessi e di preservare dagli altri?
Come eredità dell'Anno europeo del patrimonio culturale, CONTESTED DESIRES utilizza le forze positive della cooperazione e della coproduzione per affrontare "l'autenticità" ei valori del patrimonio che condividiamo.
DESIDERI CONTESTATI è una piattaforma per artisti e operatori culturali che si impegnano con comunità e quartieri usando programmi di residenza e di scambio. DESIDERI CONTESTATI comprende un programma integrato di capacity building, residenze, mostre e presentazioni e uno strumento digitale dedicato per presentare e diffondere i risultati del progetto.
I DESIDERI CONTESTATI raggiungeranno i seguenti obiettivi:
· Creare una piattaforma internazionale che esplora il rapporto tra la cultura europea e il nostro patrimonio coloniale europeo condiviso;
· Creare un luogo per il dialogo interculturale tra artisti e pubblici locali e internazionali;
· Produrre opere che rispondano ai temi;
· Creare un programma di potenziamento delle capacità per formare artisti e operatori culturali all'interno e all'esterno del progetto.
CONTESTED DESIRES è supportato da una partnership di organizzazioni che abbracciano spazi per residenze, produttori, festival, sostegno settoriale e ricerca, ognuno dei quali lavora in contesti unici e stimolanti di colonialismo, annessione e occupazione. La partnership è cresciuta dall'impegno in reti culturali artistiche, europee e globali.
I partner sono:
D6: Culture in Transit, Newcastle, UK [Lead Partner)
ECCOM, Roma, Italia
Xarkis Festival lavora con il produttore Argyro Toumazou, Cipro
LAC, Lagos, Portogallo
La Bonne, Barcellona, ​​Spagna
Latte fresco, San Giorgio, Barbados

europa_creativa

Progetto_senza_titoloECCOM
è uno dei partner di Contested Desires (2019-2021), un progetto che usa le arti visive contemporanee come strumento per esplorare le nostre storie coloniali condivise e l'impatto che queste hanno avuto sulla nostra comprensione della cultura europea. Contested Desires è finanziato dal programma Europa Creativa dell'Unione europea. 

Leggi tutto...
 
House of European History. Strategia di audience developement
PDF Stampa E-mail
Venerdì 24 Maggio 2019 10:26

Schermata_2019-05-24_alle_12.51.51ECCOM ha ricevuto un incarico dalla House of European History per la progettazione di una strategia di audience developement. La Casa della storia europea è un progetto del Parlamento Europeo, museo di riferimento sui fenomeni transnazionali che hanno plasmato il nostro continente con l'obiettivo di interpretare la storia da una prospettiva europea. 

VISIONE
La Casa della storia europea mira a diventare il museo di riferimento sui fenomeni transnazionali che hanno plasmato il nostro continente. Interpretando la storia da una prospettiva europea, la Casa collega e confronta le esperienze comuni e le loro diverse interpretazioni. Essa ambisce a promuovere l'apprendimento delle prospettive transnazionali in tutta Europa.
DICHIARAZIONE SULLA MISSIONE
La Casa della storia europea è uno spazio propizio all'apprendimento, alla riflessione e al dibattito, aperto a tutti i tipi di pubblico, di ogni generazione e provenienza. La nostra missione principale è migliorare la comprensione della storia europea in tutta la sua complessità, incoraggiare lo scambio di idee e rimettere le ipotesi in questione.
La Casa presenta la storia dell'Europa in un modo che sensibilizza il pubblico alla molteplicità delle prospettive e delle interpretazioni. Essa preserva i ricordi condivisi così come quelli che dividono. Presenta e raccoglie la storia dell'integrazione europea e delle sue fondamenta. La Casa della storia europea, che è un progetto del Parlamento europeo e che fa parte della sua offerta ai visitatori, è indipendente sul piano accademico.
La nostra collezione transnazionale, le nostre esposizioni e i nostri programmi offrono esperienze inaspettate e stimolanti. Attraverso azioni di sensibilizzazione e partenariati, puntiamo a rafforzare la dimensione europea nel dibattito, nella presentazione e nell'apprendimento della storia. La Casa della storia europea è un luogo di incontri e di scambi, che propone un'interpretazione sfaccettata del passato creando collegamenti con questioni che contano per l'Europa di oggi.
Leggi tutto...
 
Io e il mio posto nel mondo
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 27 Febbraio 2019 10:11
ECCOM è uno dei vincitori del Bando Inclusione della Regione Lazio con il progetto Io e il mio posto ne mondo. Percorsi per il benessere e il reinserimento sociale di giovani detenuti. Il progetto è rivolto a 12 giovani tra i 16 e i 24 anni di età residenti nell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo (Roma). Le attività previste sono articolate all’interno di percorsi tematici/esperienziali interconnessi, integrati ed integrabili, pensati sia per rinforzare la personalità del singolo soggetto, sia per accompagnarlo ed indirizzarlo verso un percorso lavorativo e di inclusione sociale.
Nel complesso, questi percorsi accompagnano i giovani detenuti presi in carico verso una migliore conoscenza  di sé, una ricostruzione individuale e sociale e inclusione lavorativa (Io e il mio posto nel mondo).
ECCOM: Capofila del progetto e coordinatore di tutte le linee di azione.
Naturalmente: gli operatori sociali dell’associazione si occuperanno, coordinandosi con il capofila, della presa in carico, accompagnamento ed orientamento dei giovani detenuti.
Archetipo: all’interno di uno dei percorsi previsti dal progetto, nello specifico quello relativo all’Ambiente Naturale, si occuperà in collaborazione con ECCOM i laboratori di giardinaggio e agricoltura sociale interne ed esterne all’IPM.
FlyerSound: nel percorso Ambiente culturale, l’associazione Flyersound si occuperà dei laboratori di musica strumentale, ascolto musicale guidato e composizione.
MeltingPro: si occuperà nell’ambito della Comunicazione digitale, della formazione digitale attraverso la realizzazione di laboratori di base e produzione di Digital Storytelling.
Schermata_2019-03-02_alle_14.01.37




photo-1512640122685-e77ab16ad8c3ECCOM è uno dei vincitori del bando della Regione Lazio “Presa in carico, orientamento e accompagnamento per l’inclusione sociale attiva”  POR FSE 2014-2020 con il progetto Io e il mio posto nel mondo. Percorsi per il benessere e il reinserimento sociale di giovani detenuti. Il percorso è rivolto a 12 giovani tra i 16 e i 24 anni di età residenti nell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo (Roma). Oltre ad ECCOM (capofila) gli altri partner coinvolti sono: Naturalmente, Archetipo, FlyerSound e MeltingPro.

Leggi tutto...
 
Dal giardino alla natura
PDF Stampa E-mail
Giovedì 17 Gennaio 2019 10:26
ottopermille_logo

Progetto sostenuto con i fondi Otto per mille della Chiesa Valdese
Nell’ambito dei Fondi Otto per Mille 2018 stanziati dalla Chiesa Evangelica Valdese, ECCOM ha ottenuto un finanziamento per la realizzazione del progetto “Dal giardino alla natura: attività educative per la formazione e il recupero sociale di giovani detenuti e allestimento di un’aula scolastica-laboratorio”.
Il progetto è finalizzato allo svolgimento di un percorso ri-educativo e al recupero fisico, mentale, emozionale, spirituale e sociale e a una migliore qualità della vita di giovani detenuti dell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo (Roma).
Sono previste attività quali l’organizzazione di incontri laboratoriali/esperienze educative a sostegno/integrazione delle attività scolastiche o extrascolastiche (dalla realizzazione e cura di un giardino, alla conoscenza degli elementi e dei ritmi naturali nel Parco dell’Istituto e nell’Aula laboratorio) e l’allestimento di un’Aula-laboratorio permanente per esperienze scientifiche e artistiche collettive, per proiezioni e per esposizione di materiale di studio preparato o prodotto dai ragazzi.
Il progetto, che si svolgerà nel corso del 2019, si basa sul successo documentato di esperienze pluriennali realizzate in questo settore da ECCOM a partire dal 2014 ha lo scopo di definire un modello di intervento rieducativo per giovani detenuti, da estendere in altri istituti di pena per minori.

giardino_2

ECCOM ha ottenuto un finanziamento per la realizzazione del progetto Dal giardino alla natura: attività educative per la formazione e il recupero sociale di giovani detenuti e allestimento di un’aula scolastica-laboratorio ed è finanzianto nell’ambito dei Fondi Otto per Mille 2018 stanziati dalla Chiesa Evangelica Valdese. Un percorso ri-educativo per il recupero fisico, mentale, emozionale, spirituale e sociale e a una migliore qualità della vita di giovani detenuti dell’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo (Roma).

Leggi tutto...
 
Live museum, Live Change
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 19 Dicembre 2018 09:13
Il Museo Abitato rappresenta il luogo dove nuove visioni ed usi generano opere e narrazioni in armonia con il genius loci, rinnovano cicli vitali, dialoghi e relazioni tra interno ed esterno.
Il progetto ha come finalità quella di potenziare il sito dei Mercati di Traiano rendendolo un sito interattivo, caleidoscopico e accessibile a diversi tipi di pubblico, attraverso la realizzazione di quattro itineriari principali: residenze d’artista per la creazione di un giardino dinamico/trasformativo, laboratori di narrazione (digital storytelling), laboratori di creazione artigianale, atelier di drammaturgie sonore.
Il progetto intende abitare i Mercati di Traiano come un museo vivente e spazio poroso e vede nella contaminazione dei linguaggi lo strumento principale con cui promuovere la valorizzazione del luogo, oltrepassando i confini di ogni specificità artistica attraverso la sinergia tra arti contemporanee, strumenti digitali per la narrazione e “arti della natura”. Le attività e i servizi saranno realizzati con un approccio di co-creazione, connettendo iniziative che possano incidere in maniera decisiva nel processo di valorizzazione e offerta integrata di servizi e attività.
Regione Lazio

logo_lmlcECCOM è tra i partner di Live Museums, Live Change, uno dei progetti vincitori del bando POR FESR Atelier Arte Bellezza Cultura (ABC) della Regione Lazio. Tra gli altri partner ci sono PAV come capofila, Melting Pro e Visiva Lab. Il progetto, incentrato sulla contaminazione dei linguaggi, vuole trasformare i Mercati di Traiano in un luogo interattivo e accessibile a diversi tipi di pubblico.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 11
Buona estate!
Lunedì 05 Agosto 2019

Immagine
È arrivato anche per noi il momento di riposare, ci fermiamo dal 5 al 25 agosto. Buona estate! 
BTO 2019, Culture Crops: cultural practices in non-urban territories
Domenica 21 Luglio 2019

Immagine
Culture Crops: cultural practices in non-urban territories, è il titolo della conferenza annuale Beyond the Obvious 2019 di Culture Action Europe in...
Leggi tutto...
ECCOM a Bucharest per la IVMC 2019
Martedì 09 Luglio 2019

Immagine
L'International Visual Methods Conference (IVMC) è una conferenza interdisciplinare che riunisce studiosi e professionisti del visual. Tenuto ogni...
Leggi tutto...
From the Sea to the Land, il workshop della MAS Week 2019
Mercoledì 26 Giugno 2019

Immagine
Nell'ambito della MAS Week 2019, la società di architettura e ingegneria MAS - Modern Apulian Style ha ideato il workshop From the Sea to the Land....
Leggi tutto...
Art Lab 2019. Narrazioni plurali: i musei di domani
Martedì 11 Giugno 2019

Immagine
Data e ora: Giovedì, 27 Giugno, 2019 - 11:00 - 13:00 Sede: BASE Milano In italiano e inglese con servizio di traduzione simultanea Possono esistere...
Leggi tutto...

Notizie

From the Sea to the Land, il workshop della MAS Week 2019
Mercoledì 26 Giugno 2019

Immagine
Nell'ambito della MAS Week 2019, la società di architettura e ingegneria MAS - Modern Apulian Style ha ideato il workshop From the Sea to the Land. Sei giorni di lavoro dal 7 al 12 ottobre 2019 che avranno come focus...
Leggi tutto...
"Prove di intercultura". si terrà al MAXXI la conferenza di Art Clicks
Giovedì 25 Aprile 2019

Immagine
Il 16 e 17 maggio 2019 il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo ospita Art Clicks. Prove di intercultura, due giorni di confronto e condivisione sui temi della formazione e progettazione interculturale per...
Leggi tutto...
Fabulamundi cerca ricercatore associato
Martedì 16 Aprile 2019

Immagine
Fabulamundi. Playwriting Europe è alla ricerca di una persona altamente motivata da inserire nel team come ricercatore associato per il progetto Fabulamundi Workbook: Mapping Contemporary Playwriting and Theatre...
Leggi tutto...
Lecce, il 18 aprile c'è la festa dei Musei Accoglienti
Venerdì 12 Aprile 2019

Immagine
LA FESTA DEI MUSEI ACCOGLIENTI Presentazione dei risultati del progetto MUA-Musei Accoglienti 18 Aprile 2019 | ore 18 Convitto Palmieri, 73100 Lecce Il 18 Aprile 2019, il Convitto Palmieri ospita la Festa di MUA-Musei...
Leggi tutto...
"Il museo siamo noi", la seconda residenza del progetto MUA
Venerdì 12 Aprile 2019

Immagine
Brindisi ospita “Il museo siamo noi”, residenza artistica del Collettivo noMade nell’ambito del progetto MUA-Musei Accoglienti. La residenza è articolata in due progetti in cui gli artisti coinvolgeranno artisti...
Leggi tutto...