Contested Desires PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Luglio 2019 08:21
DESIDERI CONTESTATI (2019-2021) è un progetto finanziato dal programma Europa creativa dell'Unione europea. Usa le arti visive contemporanee come strumento per esplorare le nostre storie coloniali condivise e l'impatto che questo ha avuto sulla nostra comprensione della cultura europea.
DESIDERI CONTESTATI è una piattaforma di discussione e apprendimento, produzione ed esibizione, che rivela i complessi e radicati riverberi della colonizzazione, dell'occupazione e dell'annessione. DESIDERI CONTESTATI scopre i marcatori indicibili di identità e appartenenza e i desideri contestatori che definiscono e ridefiniscono il nostro patrimonio.
In un momento di crescente populismo di destra, CONTESTED DESIRES mira a sfidare l'effetto destabilizzante e divisivo dell'attuale panorama politico dell'Europa (e non solo) dove la risposta alle complessità, alla diversità e all'espansione delle nostre comunità europee continua ad essere ha incontrato il gioco di potere della paura, della discriminazione e dell'esclusione; dove i nostri confini diventano i nostri protettori e la nostra eredità il nostro luogo di rifugio.
Perché le nostre rispettive storie si caricano di idealismo e finzione in questo contesto? Cosa stiamo cercando di proteggere per noi stessi e di preservare dagli altri?
Come eredità dell'Anno europeo del patrimonio culturale, CONTESTED DESIRES utilizza le forze positive della cooperazione e della coproduzione per affrontare "l'autenticità" ei valori del patrimonio che condividiamo.
DESIDERI CONTESTATI è una piattaforma per artisti e operatori culturali che si impegnano con comunità e quartieri usando programmi di residenza e di scambio. DESIDERI CONTESTATI comprende un programma integrato di capacity building, residenze, mostre e presentazioni e uno strumento digitale dedicato per presentare e diffondere i risultati del progetto.
I DESIDERI CONTESTATI raggiungeranno i seguenti obiettivi:
· Creare una piattaforma internazionale che esplora il rapporto tra la cultura europea e il nostro patrimonio coloniale europeo condiviso;
· Creare un luogo per il dialogo interculturale tra artisti e pubblici locali e internazionali;
· Produrre opere che rispondano ai temi;
· Creare un programma di potenziamento delle capacità per formare artisti e operatori culturali all'interno e all'esterno del progetto.
CONTESTED DESIRES è supportato da una partnership di organizzazioni che abbracciano spazi per residenze, produttori, festival, sostegno settoriale e ricerca, ognuno dei quali lavora in contesti unici e stimolanti di colonialismo, annessione e occupazione. La partnership è cresciuta dall'impegno in reti culturali artistiche, europee e globali.
I partner sono:
D6: Culture in Transit, Newcastle, UK [Lead Partner)
ECCOM, Roma, Italia
Xarkis Festival lavora con il produttore Argyro Toumazou, Cipro
LAC, Lagos, Portogallo
La Bonne, Barcellona, ​​Spagna
Latte fresco, San Giorgio, Barbados

europa_creativa

Progetto_senza_titolo

ECCOM is a partner of Contested Desires (2019-2021), a project that uses contemporary visual arts as a tool to explore our shared colonial stories and the impact they have had on our understanding of European culture. Contested Desires is funded by the European Union's Creative Europe program.

Contested Desires wants to be a platform for discussion and education and artistic production, which reveals the complex and deep-rooted reverberations of colonization, occupation and annexation, discovering the invisible markers of identity and belonging that define our heritage.
The project is aimed at artists and cultural operators and is fed through residency and exchange programs which also includes an integrated capacity building program, exhibitions/presentations, a dedicated digital tool to present and disseminate the results of the project.


The objectives of the project are:
- the creation of an international platform that explores the relationship between European culture and our shared European colonial heritage
- the creation of a place for intercultural dialogue between artists and local and international publics
- the production of works that respond to the themes of the project
. the creation of a training program for artists and cultural operators inside and outside the project  

 
Funded by:
Programma Europa Creativa

Partner:
D6: Culture in Transit, Newcastle, UK [Lead Partner)
ECCOM, Roma, Italia
Xarkis Festival lavora con il produttore Argyro Toumazou, Cipro,
LAC, Lagos, Portogallo
La Bonne, Barcellona, ​​Spagna
Fresh milk, San Giorgio, Barbados

 
Musei emotivi, l'intervento di Cristina Da Milano sul post Covid-19
Giovedì 30 Luglio 2020

Immagine
Scientifico MuseiEmotivi abbiamo iniziato a riflettere tra noi sulle sorti del museo e deciso di ascoltare i partecipanti delle cinque edizioni....
Leggi tutto...
Fabulamundi Effects. A European digital storytelling
Martedì 28 Luglio 2020

Immagine
Bando di selezione workshop FABULAMUNDI EFFECTS a european digital storytelling Nell’autunno 2020 Fabulamundi Playwriting Europe arriverà a...
Leggi tutto...
Live Museum, Live Change, il 16 luglio ultimo appuntamento ai Mercati di Traiano
Lunedì 13 Luglio 2020

Immagine
Live Museum Live Change accoglie ancora una volta il pubblico nei Mercati di Traiano: nel pomeriggio del 16 luglio, ultimo appuntamento con le...
Leggi tutto...
IV S·· L’unico difetto è la mia assenza, l'ultimo Atelier di Live Museum, Live Change
Lunedì 13 Luglio 2020

Immagine
Claudio Beorchia si nutre dei commenti che i visitatori dei Mercati di Traiano affidano al web per scoprire il segno che il Museo lascia in chi...
Leggi tutto...
Il volume Prove di Intercultura a Quarta di copertina
Martedì 07 Luglio 2020

Immagine
Il ciclo di incontri Quarta di copertina a cura di Fondazione Fitzacarraldo e Editrice bibliografica ospita il libro Prove di intercultura, in...
Leggi tutto...

Notizie

Live Museum, Live Change. Il peso dell’effimera eternità, l'Atelier di Fabio Pennacchia
Martedì 30 Giugno 2020

Immagine
Live Museum, Live Change. Il peso dell’effimera eternità, l'Atelier di Fabio PennacchiaIl 30 giugno Fabio Pennacchia apre l'Atelier Il peso dell'effimera eternità, l'opera pensata per il progetto Live Museum, Live...
Leggi tutto...
Live Museum, Live Change. I Taccuini Botanici di Gaia Bellini
Lunedì 22 Giugno 2020

Immagine
Con Taccuini botanici, Gaia Bellini esplora i Mercati di Traiano e li rilegge attraverso la natura che li vive. L’artista si ispira al concetto di libro come luogo di memoria e di conservazione del reale, propone una...
Leggi tutto...
Live Museum, Live Change riparte con Dissezione Traiano
Venerdì 12 Giugno 2020

Immagine
Gli Atelier di Live Museum, Live Change ripartono oggi con Dissezione Traiano, progetto teatrale dei Nontantoprecisi. Un laboratorio di 5 incontri che coinvolgerà 30 persone in un attraversamento dei Mercati di Traiano.
Leggi tutto...
The 2020 Charter of Rome, una carta per la partecipazione alla vita culturale nelle città
Mercoledì 03 Giugno 2020

Immagine
Presentata «The 2020 Charter of Rome», progetto per difendere i diritti culturali nel mondo: un documento che punta a portare avanti una serie di impegni per il diritto alla partecipazione per la vita culturale nelle...
Leggi tutto...
Europa e Rete: le parole d'ordine per affrontare la crisi post-pandemia
Giovedì 28 Maggio 2020

Immagine
Parlare di internazionalizzazione delle imprese culturali in un momento di chiusura dei confini e di incertezza sulle libertà di movimento è un atto di coraggio. Cristina Da Milano lo fa e porta l’esempio...
Leggi tutto...