Il regime fiscale della cultura in America Latina Stampa

Fondazione Interarts, Barcellona (2009-2010)

La Fondazione Interarts, dopo aver ricevuto un incarico dal Ministero per gli Affari Esteri del Governo Spagnolo, ha affidato a ECCOM il compito di realizzare un’analisi sul regime fiscale delle organizzazioni culturali e degli artisti nei Paesi del Mercosur e in altri Paesi dell’America Latina, con lo scopo di identificare possibili linee-guida tendenti all’omogeneizzazione e all’armonizzazione dei diversi sistemi fiscali.

Il lavoro si è sviluppato prendendo le mosse da una rassegna della letteratura economica in materia, per poi analizzare la struttura istituzionale, i meccanismi organizzativi e la dimensione economica del settore culturale nei diversi Paesi in esame: Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay, Venezuela, Ecuador; in seguito è stata realizzata un’analisi critica degli strumenti fiscali applicabili agli individui e alle organizzazioni operanti nel settore culturale.

Dall’esame svolto si è potuto così ricavare un elenco di possibili linee-guida miranti da una parte a facilitare la circolazione degli artisti e la mobilità delle organizzazioni nei Paesi analizzati, e dall’altra a semplificare il regime fiscale della cultura in modo da introdurre efficaci incentivi, o comunque da rimuovere ostacoli e vincoli che tuttora si concretano in uno svantaggio economico e finanziario per lo svolgimento di attività nel settore culturale.

Il progetto è stato coordinato da Michele Trimarchi.
Hanno collaborato Lorena Blasco, Serena Giglio, Sara Hevia e Maria Laura Vergelli.