Lifelong Museum Learning Stampa

UE - Socrates Grundtvig (2007)

Musei e Lifelong learning

Sotto il nome di lifelong learning, espressione che viene tradotta in italiano con la perifrasi “apprendimento lungo tutto l’arco della vita” ricadono tutte le attività di apprendimento che si svolgono al di fuori dei contesti formali (scolastici, di formazione o aggiornamento professionale, ecc.) e che corrispondono a circa l’80% di quanto impariamo durante la nostra esistenza.

La società contemporanea, caratterizzata dal ritmo serrato con cui sviluppa e diffonde innovazione, non può non sostenere azioni che incoraggino gli individui ad apprendere, a livello professionale e personale, per adattarsi a una realtà in continua, costante e rapida trasformazione.

In ambito comunitario il lifelong learning è sostenuto da programmi specifici quali le azioni Grundtvig del Programma comunitario Socrates, attualmente entrate nel loro quarto anno di vita, con cui vengono finanziati progetti di cooperazione transnazionale e di educazione permanente.

All’interno di questo contesto, e ancor più nelle linee tracciate dai nuovi programmi comunitari 2007-2013, alle istituzioni culturali è riconosciuto un ruolo fondamentale in quanto luoghi di apprendimento non formali, capaci di attrarre persone di età ed estrazione sociale diverse e di trasferire conoscenze e sviluppare abilità in modi non convenzionali e più conformi alle inclinazioni dei singoli.

I musei in particolare offrono un ambiente dove è possibile apprendere anche in modo informale, sollecitando interessi, curiosità, esponendo gli individui ad una pluralità di stimoli visivi, sensoriali, emotivi e, soprattutto, facilitando il contatto con la propria memoria collettiva o con altre culture.

Il progetto
Tutto ciò ha costituito la premessa al progetto Lifelong Museum Learning  (LLML) finanziato dal Programma Socrates Grundtvig 1 per il biennio 2005-2006 e finalizzato a promuovere la formazione del personale che nei musei si occupa di educazione per gli adulti:

  • analisi a livello europeo dei bisogni formativi del personale dei musei che si occupa di attività didattiche rivolte agli adulti mediante un questionario di rilevazione dei bisogni formativi esistenti in ambito di educazione e didattica al museo;
  • identificazione di linee guida per sviluppare attività educative rivolte agli adulti;
  • progettazione e realizzazione di corsi di formazione e di altre azioni di diffusione e disseminazione di buone pratiche in questo ambito, in particolare:
    - ottobre 2005 in Emilia Romagna (a cura di IBC);
    - aprile 2006 nei Paesi Bassi (a cura dell’Associazione Musei Olandesi);
    - ottobre 2006 in Portogallo (a cura di APOREM).

I partner

Il manuale
Musei e apprendimento lungo tutto l’arco della vita. Un manuale europeo”, a cura di K. Gibbs, M. Sani e J. Thompson, Ferrara, EDISAI 2007.

Il manuale, pubblicato al termine del progetto Lifelong museum learning, è scaricabile in formato PDF:
- Versione tedesca:  Museen und Lebenslanges Lernen: ein Europaeisches Handbook
- Versione inglese: Lifelong learning in Museums: A European handbook

Il volume rappresenta il punto di approdo del progetto europeo Lifelong Museum Learning ed è strutturato in modo da fornire ai musei e agli educatori museali strumenti per la pianificazione strategica a medio-lungo termine e la realizzazione di attività educative specificatamente rivolte ad un pubblico adulto. 
In questo quadro, il volume si propone inoltre di offrire indicazioni per la formazione professionale del personale coinvolto nello svolgimento di queste attività.
Tra gli argomenti trattati vi sono: le teorie dell’apprendimento, con particolare riferimento a quella di Kolb e alla sua traduzione pratica all’interno di alcuni musei olandesi, le attività museali progettate per le diverse categorie di pubblico e l’ambiente del museo.