Piano di gestione del Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica Stampa

Comunità Montana della Valle Camonica (2010)

ECCOM ha elaborato il Piano di Gestione del Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica, Sito Unesco dal 1979, tenendo conto di due ambiti: da una parte lo stato attuale e gli sviluppi realisticamente possibili considerando la concreta disponibilità di risorse finanziarie, tecnologiche e materiali; dall'altra l'avvicinamento progressivo a un modello di riferimento dalle caratteristiche adeguate al livello culturale e alla rilevanza del Museo e dell'intero sito. 

Il Piano è stato elaborato affinché tale patrimonio possa essere gestito nel rispetto delle aspettative culturali, sociali, economiche e manageriali della comunità residente, degli esperti e delle istituzioni operanti nel territorio camuno, tenendo conto dell'esigenza che i percorsi indicati vengano intrapresi in un'ottica di lungo periodo e in modo coerente ed efficace, considerando i vincoli materiali, finanziari e istituzionali che allo stato attuale condizionano la gestione del patrimonio camuno.
Il Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica nasce come risposta ad una esigenza imprescindibile di presentare al pubblico le vestigia delle più antiche civiltà della Valle, con particolare riguardo alla contestualizzazione delle notissime incisioni rupestri rispetto alla vita e alle attività delle popolazioni che le hanno prodotte.
ECCOM ha elaborarato un'analisi di contesto relativo alla domanda e all'offerta di cultura nel comune di riferimento e nel territorio della Valle Camonica. Il piano si pone in continuità con gli studi pregressi sulla realizzazione del Distretto Culturale della Valle Camonica e ne definisce la visione strategica e la missione del Museo. 

Parte integrante del progetto è stata l'individuazione di soluzioni migliorative in grado di valorizzare le capacità attrattive del sito, in relazione al rapporto col pubblico, all'allestimento e all'organizzazione dei percorsi museali. Di rilevante importanza sono stati inoltre: l'indentificazione dei possibili profili giuridici e organizzativi connessi alle attività del costituendo Museo; l'individuazione delle figure professionali disponibili e di quelle che dovranno gestire il Museo; l'analisi critica delle relazioni tra offerta principale e beni e servizi accessori da destinare alla fruizione del pubblico; l'elaborazione di linee guida per la regolamentazione dell'outsourcing della produzione e fornitura di beni e servizi.


Responsabile progetto: Michele Trimarchi
Ricercatrice: Maria Francesca Guida