Il Museo e il laboratorio naturalistico a Casal del Marmo Stampa
Lunedì 22 Gennaio 2018 15:29

ipmDa circa cinque anni ECCOM realizza progetti culturali all’interno del Carcere Minorile di Casal del Marmo. Le attività che proponiamo sono inquadrate in un orizzonte formativo/educativo “complesso e sistemico”, che include oltre alla alfabetizzazione e la formazione disciplinare, la stimolazione di interessi, gradimento, partecipazione attiva, interazioni sociali, competenze teoriche e pratiche e cambiamento di idee, saperi e valori nei ragazzi.


Temi e strategie adottate hanno una estensione pedagogica che include il piano cognitivo, emozionale, sociale, etico e valoriale e rafforza autostima, fiducia in sé e nelle relazioni socioculturali.

L’obiettivo finale è condurre i ragazzi verso una più profonda e consapevole percezione di sé, della propria salute fisica, mentale e spirituale, delle proprie esigenze sociali, delle proprie relazioni con il mondo esterno, incluso quello “naturale”. I percorsi, quindi, includono: educare al rispetto di se stessi, degli altri esseri umani, della Terra e di tutti gli organismi viventi; conoscere i fondamentali principi ecologici e le relazioni che regolano i rapporti tra viventi e tra viventi e il Pianeta e comprendere che gli esseri umani ne sono parte integrante; prendere coscienza dell’interconnessione di tutti i fenomeni naturali e le pratiche umane.

Dal punto di vista dell’educazione “alla cittadinanza”, gli obiettivi che si perseguono sono: la promozione dell’inclusione socio-culturale di questi particolari cittadini potenzialmente svantaggiati; il rinforzo della personalità; la stimolazione del senso di responsabilità e di soddisfazione nel proprio lavoro; la facilitazione dei rapporti umani e della collaborazione con gli altri attraverso il lavoro di gruppo; la costruzione di immagini, nuovi stimoli, prospettive e possibili opportunità formative/lavorative per il futuro e modelli di vita “diversi”.

Dati gli obiettivi, i percorsi e le dimensioni esperienziali che proponiamo si sviluppano in diversi campi di conoscenze e competenze “trasversali” e con strategie miste (dalle osservazioni al dibattito, dalle ricerche alla storiografia personale, dalle esperienze scientifiche a quelle espressivo-artistiche). Poiché abbiamo sperimentato le potenzialità formative e coinvolgenti di temi biologico-naturalistici riguardanti organismi vegetali ed animali, inclusi quelli della specie umana (in particolare quelli che aiutano a conoscersi), proponiamo attività su questi temi, differenziandoli rispetto all’età, le conoscenze, le culture e gli interessi dei ragazzi.


Tutte le esperienze che proponiamo, per la loro valenza multipla, possono essere incluse sia nei curricoli scolastici che nei percorsi di formazione professionale o di recupero dei ragazzi al di fuori della Scuola. Tutti, infatti, indipendentemente dalla loro preparazione o inclinazione culturale, possono trovare motivi di interesse in queste attività, perché stimolano curiosità, coinvolgono emotivamente e praticamente, valorizzano i diversi saperi e competenze, fanno emergere le potenzialità dei singoli ragazzi, si prestano a dibattiti di interesse giovanile.

Il carattere necessariamente collaborativo di tutte le attività ed il ruolo propositivo che ciascun ragazzo può svolgere possono incrementare la fiducia sociale. Gli operatori impegnati nelle attività all’IPM di Casal del Marmo vantano esperienza pluriennale nella realizzazione di esperienze culturali per cittadini potenzialmente marginalizzati, svantaggiati o esclusi.


Attività 2016-2017


La collaborazione ormai quinquennale con l’Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo ha avuto esiti positivi anche nel ciclo di incontri effettuati tra settembre 2016 e marzo 2017.


Gli incontri (15) sono stati ripartiti tra tutti gli ospiti dell’Istituto: con i giovani adulti sono state svolte attività naturalistiche e artistico-creative, attraverso il tema del giardino; con i ragazzi che frequentavano la Scuola Media sono state realizzate esperienze scientifiche connesse con i temi curricolari, arricchite da laboratori di museologia scientifica; con i ragazzi della Scuola Primaria sono stati effettuati laboratori per osservazioni di animali e piante, anche in funzione dell’arricchimento linguistico; con le ragazze è stato realizzato un incontro-laboratorio tra arte e scienza.


Tutte le attività hanno stimolato attenzione, partecipazione e gradimento dei ragazzi. In particolare,  hanno continuato a riscuotere grande successo i laboratori di scienza ed arte, le attività interpretative e la narrazione verbale, scritta o realizzata attraverso risorse artistico-descrittive. Anche durante queste esperienze (come negli altri anni) sono stati prodotti calchi di esemplari naturalistici, disegni, schemi, storie, ecc. che costituiscono un ulteriore contributo al potenziale (sempre auspicato) “Museo di Casal del Marmo”e/o alle memorie dell’Istituto.


Partner: Istituto di Pena Minorile di Casal del Marmo (Ministero della Giustizia)